Primo PianoSud Sardegna

Carbonia: Lai (M5S) “assegnati i fondi per più di 16mln richiesti per progetti voluti dalla giunta Massidda”

Condividi

Sono stati assegnati alla città di Carbonia, con Decreto del Ministero dell’Interno del 30 dicembre 2021, i fondi per la realizzazione di sei progetti per complessivi  16.550.000 euro , di cui un finanziamento per  15.492.676,75 euro  e 1.057.323,25 euro di cofinanziamento comunale. Lo comunica il consigliere comunale di minoranza e portavoce del M5S di Carbonia, Gianluca LaiNon era scontata la partecipazione a questo bando, ma la forte volontà della Giunta condotta dal Sindaco Paola Massidda e il proficuo lavoro portato avanti dagli assessori all’Urbanistica Luca Caschili e ai Lavori Pubblici Gian Luca Lai ha permesso di arrivare a questo importante risultato.”

I progetti finanziati riguardano  il recupero e riqualificazione dell’edificio ex-Ufficio Tecnico come direzione ed archivio del CICC (Centro Italiano della Cultura del Carbone) ( € 3.450.000);  la rifunzionalizzazione della ex centrale elettrica nella Grande Miniera di Serbariu come Museo della Città di Fondazione e Archivio del Novecento (€ 8.600.000);  la realizzazione del Parco della Grande Miniera di Serbariu (€ 1.600.000);  la riqualificazione dell’ Edificio polifunzionale del Polo di Alta Formazione e cultura di Serbariu (€ 1.700.000); la riqualificazione della Via Manno: completamento del progetto generale (€ 600.000) e infine la riqualificazione e ripristino funzionale del collegamento pedonale del ponte sul Rio Cannas (€ 600.000).

Un doveroso ringraziamento – scrive Lai –  va al dirigente e ai funzionari del Servizio Lavori Pubblici che hanno lavorato al bando, come pure al Prof. Giorgio Peghin e al suo gruppo di lavoro dell’Università di Cagliari per il ruolo di affiancamento e consulenza che hanno avuto nel percorso di sviluppo delle proposte progettuali. Ora spetterà all’Amministrazione Morittu attuare quanto ricevuto in eredità dalla Giunta Massidda. Le opere richiederanno tempi stringenti per l’avvio e il completamento dei lavori, come previsto dalle condizionalità del PNRR, infatti, il contratto dovrà essere concluso entro il 30 settembre 2023 per poi ultimare il collaudo delle opere entro il 31 marzo 2026.”

Fonte: comunicato stampa

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here