Cagliari

Carcere Cagliari Uta: l’associazione Socialismo Diritti e Riforme, consegna gli attestati corso base parrucchiera

Condividi

Con la consegna degli attestati, si è conclusa la prima parte del corso di formazione per parrucchiera che ha tenuto impegnate sette detenute della sezione femminile della Casa Circondariale di Cagliari-Uta. L’iniziativa promossa dall’associazione “Socialismo Diritti Riforme”, in collaborazione con la Direzione, l’Area Trattamentale e della Sicurezza dell’Istituto, è stata realizzata da Francesca Piccioni, titolare di Hair School di Quartu Sant’Elena, con il sostegno della Fondazione di Sardegna.

A consegnare a ciascuna delle corsiste gli attestati è stato il Direttore Marco Porcu nel corso di una cerimonia che si è svolta nel locale della Parruccheria. L’incontro a cui sono intervenute, tra gli altri, le funzionarie giuridico-pedagogiche Emiliana Podda e Pamela Cireddu, l’insegnante del corso Francesca Piccioni e la vice presidente di SDR Rina Salis, con la referente per le carceri Maria Grazia Caligaris e il socio Luigi Demurtas,  è stata l’occasione per sottolineare l’importanza dell’iniziativa.

Il progetto di SDR – ha detto Marco Porcu – dimostra ancora una volta il significativo ruolo svolto dal volontariato all’interno dell’Istituto. Un impegno costante e concreto che rende il nostro quotidiano lavoro meno gravoso, soprattutto quando produce occasioni di crescita culturale e apre prospettive professionali”.

Il percorso di formazione, seppure si tratti di un prima fase, ha consentito alle ragazze detenute – ha osservato Francesca Piccioni – di apprendere aspetti della professione fondamentali che hanno spaziato dall’accoglienza della cliente fino al colore passando per il lavaggio e l’asciugatura dei capelli e il montaggio dei bigodini. Durante il corso è stato possibile utilizzare le testine ma anche le modelle, con risultati apprezzabili”.

Siamo particolarmente grate – ho detto Emiliana Podda – del contributo del volontariato nel percorso riabilitativo delle detenute. La loro costante presenza con iniziative di formazione rendono il periodo di perdita della libertà più significativo e favoriscono una migliore relazione con e tra le detenute”.

Il corso – hanno sottolineato concordemente le detenute – è stato un’occasione per noi importante. Abbiamo imparato tante cose e lo abbiamo fatto in un contesto molto positivo. Studiare insomma è stato molto piacevole. Desideriamo quindi ringraziare tutti e in particolare la Direzione per averci data questa opportunità”.

Questa iniziativa – ha detto Maria Grazia Caligaris – che oggi si conclude con gli attestati è nata 5 anni fa quando, grazie ad alcune Parrucchiere volontarie come Francesca Piccioni, è stato possibile realizzare un percorso sul benessere. Oggi abbiamo aggiunto un nuovo tassello e speriamo di poter continuare il corso per contribuire fattivamente a garantire una formazione utile per chi, a conclusione del periodo della perdita della libertà, tornerà nella società con un titolo professionale e con maggiori opportunità di reinserimento lavorativo”.

Fonte: comunicato stampa

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here