Primo Piano

Fabio Usai: “Pieno sostegno alle rivendicazioni dei lavoratori metalmeccanici operanti nel polo industriale di Portovesme”

Condividi

Il Consigliere regionale Fabio Usai in un comunicato stampa esprime sostegno ai lavoratori degli stabilimenti industriali ENEL e della Portovesme SRL.

“Massimo sostegno ai lavoratori metalmeccanici operanti dentro gli stabilimenti industriali ENEL e della Portovesme SRL, che questa mattina hanno promosso un blocco stradale per protestare contro la situazione di grave incertezza che pesa sul proprio futuro lavorativo. Questi lavoratori sono, notoriamente, l’anello debole della catena nel contesto industriale di Portovesme: in questi giorni, dalla programmata chiusura della Centrale Enel senza alcuna seria prospettiva di conversione produttiva, alla paventata chiusura della “Portovesme SRL” per i rincari energetici e una possibile ristrutturazione le cui conseguenze ricadranno proprio sulle maestranze degli appalti, la loro condizione occupazionale è messa in grave discussione. E’ necessario un maggiore sforzo di tutti i soggetti istituzionali, sociali e finanche imprenditoriali, per tutelarli nel contesto delle vertenze esistenti e, contestualmente, costruire le condizioni affinché in prospettiva a ogni chiusura o ristrutturazione di realtà produttive possano corrispondere serie opportunità di ricollocazione negli ambiti di sviluppo economico attualmente offerti su scala territoriale dal PNRR e del JTF. Senza escludere interventi diretti del settore pubblico a partire dal contesto regionale. In tal senso, oltre all’impegno già ampiamente profuso nelle settimane e mesi scorsi per facilitare la promozione di tavoli di confronto, ovvero per la risoluzione dei sopracitati problemi, sono a disposizione per sostenere e promuovere in ogni sede di mia competenza ogni iniziativa utile a rappresentare e tutelare gli interessi e le ragioni di questi lavoratori e delle relative famiglie. Nel frattempo, però, è auspicabile che le dirigenze delle realtà produttive operanti nel Polo Industriale di Portovesme, nella fattispecie ENEL e “Portovesme SRL”, cambino atteggiamento e dimostrino maggiore responsabilità. Poiché dopo decenni di proficua attività produttiva nel territorio, di contestuale consumo e inquinamento dello stesso, non sarebbe sbagliato restituire una parte dei tanti profitti conseguiti.”

 

Fonte: comunicato stampa 

Comment here