Primo PianoSud Sardegna

Giba: muore a 104 anni Casimiro Fois, un esempio di vita per tutti

Condividi

Quando un anziano muore, è una biblioteca che brucia, così recita un antico proverbio africano che voglio fare mio e dedicare a Casimiro Fois che ieri all’età di 104 anni ha lasciato la vita terrena. C’eravamo incontrati in occasione del suo 100esimo compleanno nella sua casa a Giba, piccolo comune del Sulcis, circondato dalla moglie, Maddalena, dai figli, Mario, Learco (ex sindaco di Giba, n.d.r.), Teresina, Luisella, Pier Paolo, dai tanti nipoti ma anche dall’affetto di tutti i suoi concittadini. Mi avevano colpito tante cose di lui ma mi sono rimaste scolpite nella mente il suo sorriso invitante e la luce che proveniva dai suoi occhi, propria di chi è in pace con se stesso e con il mondo. Nonostante la vita gli avesse riservato grandi dolori sembrava che tutto questo non lo avesse abbattuto ma rinforzato. Era scampato alla morte in molte occasioni ed era stato testimone, durante la guerra, dell’abbattimento del velivolo di Italo Balbo ad opera di marinai italiani che credendolo un aereo nemico gli spararono con colpi di mitraglia. Aveva ricevuto varie onorificenze tra cui: la Croce al Merito di Guerra, il Diploma d’Onore al Combattente per la Libertà d’Italia, la Medaglia Commemorativa della Spedizione in Albania e, infine, in tempi più recenti il titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. L’età non aveva scalfito la sua memoria e proprio in tarda età aveva deciso di scrivere un libro delle sue memorie intitolato “Ricordi e memorie di Guerra”, che tengo custodito nella mia libreria personale. Amava stare al passo con i tempi ed utilizzava agevolmente il suo smartphone e le app di messaggistica per comunicare con gli amici e i parenti. Per festeggiare i suoi cento anni, compiuti il 5 ottobre del 2017, regalava a chi lo andava a trovare una penna con la scritta “100 – A mi sorigai e superai cun saluri”, in segno della sua generosità verso gli altri.

Ci sono persone che stanno in silenzio ma lasciano grandi tracce nelle nostre vite e Casimiro Fois è sicuramente tra coloro che non solo hanno fatto la storia di un territorio ma direi di tutta la nazione, mettendo a  rischio la propria vita in difesa della libertà di cui ognuno di noi beneficia talvolta immeritatamente. A lui va tutto il nostro rispetto e ammirazione sicuri che la sua vita sia di esempio per tutti noi.

Fai un buon viaggio Casimiro.

Claudio Moica Administrator
×
Claudio Moica Administrator

Comment here