CulturaOristanoPrimo Piano

Giganti di Mont’e Prana: due nuovi ritrovamenti nella necropoli nuragica di Cabras

Condividi

Scoperti i resti di due nuove statue monumentali nella necropoli nuragica di Cabras (Oristano), a pochi giorni dalla ripresa dell’ultima campagna di scavo. I due nuovi pugilatori sono preziosi reperti di tremila anni fa che si aggiungono agli ulteriori “Giganti” già scoperti in passato. Il sito archeologico di Mont’e Prana è ricco di reperti storici. Entusiasta il ministro della Cultura Franceschini: “Una scoperta eccezionale alla quale ne seguiranno altre”

 “La scoperta di due nuovi giganti,- ha detto Solinas, presidente della regione Sardegna –  da restaurare perché siano consegnati alle future generazioni quale testimonianza dell’antica civiltà sarda, è un fatto straordinario che ci deve spingere a continuare a credere, investire, programmare una strategia di sviluppo che partendo dal nostro passato sia orientata alla piena valorizzazione di un patrimonio di immenso valore. La Regione è impegnata nella promozione degli interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale regionale, nella convinzione che tali interventi costituiscano un’opportunità di sviluppo economico per la Sardegna e di nuove prospettive per i sardi”.

Il Presidente Solinas ha evidenziato la “straordinaria operazione di valorizzazione del patrimonio archeologico sardo portata avanti con convinzione da parte della Regione, finalizzata anche e in prospettiva a posizionare la Sardegna nel mercato turistico-culturale, attirando turisti, studiosi e appassionati dall’Italia e dall’estero per tutto l’anno”.

Ammontano a 15 milioni di euro le risorse che abbiamo assegnato alla Fondazione Mont’e Prama, da noi costituita col Ministero e il Comune di Cabras, per investimenti in infrastrutture e promozione, oltre che per consentire la prosecuzione degli scavi e le operazioni i restauro da effettuarsi in loco, permettendo al territorio una piena fruizione del tesoro di Mont’ e Parma anche in chiave didattica.

“Il tema della valorizzazione culturale è stato uno dei pilastri fondamentali delle mie dichiarazioni programmatiche – ha spiegato il Presidente – e oggi posso dire che la Giunta sta portando avanti un piano di valorizzazione del patrimonio archeologico, sia in funzione di salvaguardia di beni dal valore storico inestimabile, sia come attrattore turistico. Proseguiremo su questa strada – ha evidenziato – con l’obiettivo di riscoprire la Storia e portare all’attenzione della comunità nazionale e internazionale l’enorme patrimonio storico e archeologico della Sardegna”, ha concluso il Presidente Solinas

Fonte: Regione Sardegna

 

 

×
Latest Posts

Comment here