CulturaPrimo PianoSud Sardegna

Iglesias: il 12 maggio il tributo a Marisa Sannia con Grazia Di Michele

Condividi

Sarà Grazia Di Michele l’ospite speciale per ricordare la compianta Marisa Sannia e ad organizzarlo l’associazione culturale “Iglesias Musica”, il 12 maggio alle 21.00, nella sala del centro culturale della città. Nel suo album “Poesie di carta” la cantante fa un tributo speciale all’artista sarda nata ad Iglesias il 15 febbraio del 1947.

Marisa Sannia  dopo una parentesi sportiva come giocatrice di basket, decise di dedicarsi alla musica e intorno ai primi anni Sessanta vinse un concorso canoro, ottenne il primo contratto discografico e diede così inizio alla sua carriera. Sotto l’ala di artisti come Sergio Endrigo e Luis Enriquez Bacalov, partecipò alle trasmissioni televisive “ Scala reale ” del 1966 e “ Settevoci ” condotta da Pippo Baudo.

A questi programmi seguì l’ingaggio per le pellicole I ragazzi di Bandiera Gialla e Stasera mi butto. Marisa Sannia cominciò in questo modo la sua lunga carriera: partecipò al Festivalbar nel 1967 e al Festival di Sanremo nel 1968, arrivando seconda con la canzone Casa bianca scritta da Don Backy.

Tra i dischi della cantautrice iglesiente si ricordano soprattutto Una lacrima e La compagnia del 1969, L’amore è una colomba del 1970, Come è dolce la sera stasera e La mia terra del 1971.

Nel corso della sua attività artistica, Marisa Sannia partecipò anche a Canzonissima, lavorò per il cinema, diretta da Pupi Avati, e per il teatro, diretta da Giorgio Albertazzi. Nel 1973 pubblicò un disco con canzoni tratte dai cartoni animati della Disney, intitolato Marisa nel paese delle meraviglie, e posò come modella per alcuni giornali femminili e per qualche stilista.

Nel 1984, dopo la partecipazione a Sanremo, Marisa Sannia si allontanò per nove anni dalle scene artistiche, tornando alla ribalta nel 1993 con un disco in lingua sarda intitolato Sa oghe de su entu e de su mare e contenente alcuni versi del poeta Antioco Giuseppe Casula. Del 1997 è invece la seconda raccolta in limba, dal titolo Melagranada, che realizzò con la collaborazione di Francesco Masala e al quale seguirono altri dischi, concerti e festival.

L’ultimo lavoro della cantautrice, Rosa de papel, venne pubblicato dopo la sua morte, che avvenne a Cagliari il 14 aprile del 2008 a causa di una grave malattia. Alla famiglia di Marisa Sannia fu consegnato a Siligo, nell’agosto dello stesso anno, il Premio Maria Carta alla memoria e, nel 2009, l’artista Maria Lai le dedicò una mostra.

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here