CulturaLetture in compagnia di...Primo Piano

Lo scrittore cagliaritano Fabrizio Raccis collabora con l’Università di Baltimora per scrivere il suo ultimo libro “Edgar Allan Poe. Il mistero della morte”

Condividi

Letture in compagnia di... Fabrizio Raccis

Lo scrittore cagliaritano Fabrizio Raccis ha indagato sulla morte di uno dei più grandi autori americani collaborando con l’Università di Baltimora. Un lungo saggio esaminando attentamente tutte le ipotesi sul Mistero della morte di Edgar Allan Poe, padre del racconto poliziesco, del gotico e maestro di storie del terrore, lo scrittore americano morì in circostanze poco chiare.

Come è morto Edgar Poe? E perché dopo la sua morte venne scritto un necrologio diffamatorio? perché qualcuno ha creato una falsa biografia per consegnare a tutto il mondo un personaggio così cupo e perverso? Attraverso le pagine di questo libro lo scrittore cerca di rispondere a tutte queste domande e misteri sulla morte di Poe. All’interno troverete la traduzione sempre curata da Raccis delle due opere incompiute, il necrologio diffamatorio completo, e alcune delle poesie meno conosciute.

Dentro il libro

” Edgar Allan Poe. Il mistero della morte”, scritto da Raccis, è edito della casa editrice Catartica Edizioni (Sassari) che verrà distribuito a partire dal 15 Giugno 2021.

Fu ritrovato riverso sulla strada, i suoi lineamenti erano stravolti, indossava abiti sporchi e laceri, e si trovava in evidente stato di confusione mentale, oltre che di estrema prostrazione fisica. Lo fecero ricoverare al Washington College Hospital con il divieto di ricevere visite anche dai parenti più stretti. Morì qualche giorno dopo, il 7 ottobre del 1849, smise di lottare contro i suoi demoni e si arrese alla morte. Inizialmente i medici parlarono di congestione cerebrale o delirium tremens, che erano modi benevoli per dire che la morte era da attribuirsi ad un abuso di alcol e droghe. Nessun esame venne fatto sul suo corpo, nessuna autopsia. Venne seppellito in tutta fretta e la sua cartella clinica venne fatta sparire.

Lo scrittore

scrittore Fabrizio Raccis

Fabrizio Raccis, Cagliari 1983, scrittore di narrativa e poesia, collabora con recensioni critiche e articoli a varie riviste e testate giornalistiche. Premio Laurentum per la poesia nei social network 2011, ha all’attivo diversi riconoscimenti per la sua scrittura. Ha fondato un collettivo letterario “Penne Armate” con una rivista che si occupa di articoli, recensioni e antologie letterarie.

Ha pubblicato i libri di poesie: “La farfalla e altre poesie” (2005), “I fiori il tuo corpo” (2006), “L’ultimo David” (2008), “Il pasto dei corvi” (2012), “Ibridi del sistema” (2015) e “Carne di Betzabea” (2019). Sue anche le opere di narrativa: “Racconti del mistero” (2012), “Gli occhi del corvo”(2015), “Racconti del Grottesco e del Mistero” (2017) e il racconto “Quarantine writer. Cronaca di un dannato scrittore al tempo del covid-19” è stato inserito nel libro “Diario Virale” (2020).

 

Comment here