Politica

Mattarella scioglie le Camere. Si voterà a settembre

Condividi

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, preso atto della grave situazione di stallo generata dalla crisi politica di Governo che ha poi spinto nei giorni scorsi il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi a rassegnare le dimissioni dall’incarico di Governo, dimissioni in primo momento respinte da Mattarella, ha ora deciso di sciogliere le Camere e rimettere il mandato nelle mani degli elettori.

Si voterà verso la fine di settembre, esattamente il giorno 25, per eleggere il nuovo Parlamento per la diciannovesima Legislatura, Parlamento che dovrebbe riunirsi approssimativamente già il 13 ottobre 2022 per la prima seduta D’Aula e di insediamento.

Il nuovo Parlamento sarà composto da quattrocento Deputati e duecento Senatori più i Senatori a Vita che dovrebbero essere cinque, quindi sarà composto in totale da circa seicento Parlamentari, sostanzialmente un terzo in meno di quello attuale.

La campagna elettorale di fatto è già cominciata. Sono partiti gli addii ai partiti che con molta probabilità, anche per effetto della riduzione del numero dei Parlamentari e per l’assenza di una legge elettorale chiara, non raggiungeranno il quorum sufficiente ad eleggere molti degli attuali Parlamentari.

Di Luca Norco

Fonti: Ansa. Stampa Nazionale.

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here