Dalle ProvincePrimo Piano

Oristano, Pesca illegale. Sequestrati più di 13kg di murici spinosi

Condividi
Il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale ha in atto stringenti servizi mirati presso le principali località turistiche della Giurisdizione del Servizio Territoriale Ispettorato Ripartimentale di Oristano per verificare il rispetto delle norme che disciplinano la tracciabilità dei prodotti alimentari e salvaguardare la salute pubblica.
Il personale del Nucleo Investigativo del Corpo Forestale di Oristano, unitamente al personale della Asl di Oristano, nei giorni scorsi ha effettuato una serie di controlli presso alcuni esercizi pubblici dediti alla somministrazione dei pasti.
Nella cucina di un locale della costa oristanese è stata riscontrata la presenza di murici spinosi (detti anche “bocconi di mare”), pronti per la lavorazione e per la successiva somministrazione ai clienti.
Tale prodotto è risultato oggetto di pesca illegale e privo di necessaria etichettatura che ne certificasse la provenienza. I molluschi, per un totale di oltre 13 kg, sono stati posti sotto sequestro in attesa della distruzione e al titolare dell’esercizio è stata contestata una sanzione da 1.500 euro.
Gli agenti del Corpo Forestale proseguiranno le indagini finalizzate ad identificare il pescatore che ha consegnato il prodotto.
L’attività posta in essere dal personale del CFVA rientra tra le varie operazioni d’istituto mirate a salvaguardare la salute delle persone in quanto il consumo di prodotti non sottoposti ad accurati controlli sanitari, e particolarmente per quanto riguarda i prodotti ittici, può costituire un serio pericolo per la sicurezza alimentare, esponendo i consumatori ad intossicazioni anche gravi.
Si ricorda che il Corpo Forestale è sempre impegnato in prima linea, con un grande impiego di risorse umane e strumentali per contribuire ad arginare tale criticità.
Si confida anche nel senso civico dei cittadini che possono segnalare al numero verde 1515 le situazioni ritenute illecite, nonché qualsiasi elemento utile per individuare i trasgressori.
Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here