Cagliari

Poste Italiane: il centro di Cagliari-Elmas pronto a gestire gli incrementi dei volumi del black friday e delle festività natalizie

Condividi

CAGLIARI – Tutto pronto nel Centro di Smistamento di Cagliari Elmas per gestire il Black Friday 2022 e fronteggiare uno dei due principali periodi dell’anno caratterizzati da un notevole aumento dei volumi dei pacchi in arrivo e in partenza dalla Sardegna.

I numeri. Rispetto a una media “normale” di circa 10.000 pacchi lavorati quotidianamente dal Centro di Cagliari, a partire dal Black Friday fino al termine delle festività natalizie, i volumi previsti si assesteranno su importanti incrementi derivati soprattutto dall’e-commerce. Secondo le stime, considerando tutti i clienti speditori che si affidano a Poste Italiane, la quota di pacchi in distribuzione si avvicinerà ai 25.000 al giorno, con probabili picchi di oltre 30.000 “pezzi”. Per quanto attiene alla corrispondenza, l’impianto lavora circa 6.000 kg al giorno di formato medio, di cui il 70% lavorato attraverso l’ausilio delle macchine, per un totale di lavorazioni automatizzate di circa 45.000 pezzi al giorno.

Nel Centro, che si estende su circa 6.000 mq su due livelli, sono impiegate complessivamente circa 150 risorse che si alternano in 3 diverse fasce orarie di lavorazione per garantire le attività di lavorazione e smistamento della corrispondenza e dei pacchi provenienti dalla penisola e dall’estero, 24 ore su 24, dalla domenica notte al sabato mattina. La rete di trasporto attestata sul CS di Cagliari prevede una percorrenza media giornaliera di circa 15mila km che equivalgono, togliendo domeniche e festivi, a circa 4milioni e mezzo di km all’anno: 112 volte il giro della terra!

Allo scopo di garantire gli standard di consegna previsti nell’arco della giornata successiva e di gestire i picchi di lavorazione mantenendo la qualità nelle tempistiche anche nei periodi di picco, la lavorazione della corrispondenza e dei pacchi è effettuata prevalentemente nelle ore notturne e questo è reso possibile da due voli aerei gestiti da Poste Air Cargo con arrivo alle 21.00 e alle 02.00. Si tratta di un volo proveniente da Fiumicino, dedicato al trasporto dei pacchi in arrivo, e di un volo proveniente da Brescia, dedicato al trasporto dei pacchi e della corrispondenza in ingresso e in uscita dalla Sardegna.

Per la parte nord dell’isola, da giugno 2021 è stata introdotta una “linea logistica” differenziata che prevede un volo quotidiano diretto dall’Aeroporto di Brescia Montichiari verso l’Aeroporto di Olbia da dove ogni giorno partono i mezzi su gomma per la distribuzione diretta verso i Centri di recapito di Sassari, Nuoro e Olbia. Ulteriori 3 linee svolte con mezzi autoarticolati assicurano quotidianamente tutto il flusso in arrivo di corrispondenza e pacchi con standard di consegna maggiore di 24 ore e l’avviamento della stessa tipologia di prodotto destinato a tutto il territorio nazionale.

Organizzazione e struttura della distribuzione. L’intero territorio della regione è servito grazie a una struttura di Centri di Distribuzione che conta 68 sedi di recapito e 625 articolazioni (ciascuna servita quotidianamente da un portalettere), secondo una organizzazione, definita “joint delivery”, che assicura la consegna dal lunedì al venerdì, dalle prime ore del mattino fino alla serata, e il sabato durante l’intera mattinata. Da quest’anno, inoltre, le attività di distribuzione prevedranno l’impiego non solo della tradizionale rete dei portalettere e dei corrieri della rete SDA, ma anche di cinque filiali Nexive attive al momento in Sardegna.

Il potenziamento degli organici. Come previsto dal modello organizzativo, per gestire gli incrementi tipici del periodo che va dal Black Friday e si protrarrà fino alle festività natalizie, Poste Italiane ha realizzato in Sardegna 242 assunzioni di portalettere con contratto a tempo determinato che già supportano prevalentemente la consegna dei pacchi e la gestione di specifiche commesse. Di questi 42 riguardano il numero di personale applicato all’interno del Centro di Elmas.

L’ottimizzazione degli organici passa anche attraverso il programma di Politiche Attive concordato con le Organizzazioni Sindacali. Poste Italiane, infatti, prosegue nella realizzazione di nuove assunzioni in Sardegna con l’obiettivo di garantire una presenza costante e qualificata sul territorio e rispondere al meglio alle nuove esigenze dei cittadini. Per quanto riguarda il solo comparto del recapito di corrispondenza e pacchi, da inizio anno in tutta la regione sono state realizzate 69 nuove assunzioni a tempo indeterminato di portalettere per potenziare gli organici dei Centri di Distribuzione. Di queste, 37 hanno avuto decorrenza da inizio mese.

×
Latest Posts

Comment here