Primo PianoUncategorized

Serrenti, colpisce un carabiniere con una bottiglietta in vetro. Arrestato un algerino

Condividi

Attorno alle ore 03,20 di stanotte, all’altezza dell’area di servizio Esso, situata al km 36 della SS 131, in Comune di Serrenti, nella zona denominata Villasanta, venivano segnalate delle persone che facevano l’autostop e camminavano pericolosamente a bordo strada, circostanza non compatibile con le attuali restrizioni alla circolazione in orario notturno. Su disposizione della centrale operativa della Compagnia di Sanluri, intervenivano sul posto due gazzelle del locale Radiomobile, che individuavano un gruppo di tre migranti, intento a fare ampi gesti alle rare auto in transito, con lo scopo palese di ottenere un passaggio in direzione sud. Erano diretti al centro di Monastir ove sono ospiti, avevano perso l’ultimo autobus che da Sanluri conduce al luogo ove sono ospitati. Avevano freddo e i carabinieri facevano intervenire un’ambulanza del 118, affinché li fornisse di mantelline termiche. Durante le prime fasi del controllo, uno degli africani, polemizzando sul fatto di pretendere una coperta e non una mantellina termica, lanciava all’indirizzo dei militari una bottiglietta in vetro, contenente del dopobarba. Il massiccio oggetto colpiva alla fronte uno dei carabinieri che doveva essere trasportato d’urgenza e sanguinante al pronto soccorso dell’ospedale di San Gavino Monreale. Il responsabile dell’aggressione, che non era possibile identificare in quanto sprovvisto di documenti, veniva tratto in arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale nonché per lesioni personali.  Si dichiarava minorenne ma a seguito dell’identificazione risultava essere maggiorenne e algerino. Uno dei tanti sbarcati nel recente periodo sulle coste della Sardegna. I suoi due connazionali sono stati accompagnati al centro del quale sono ospiti. 

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here