Cagliari

Confcooperative Provinciale Cagliari: “Scomparsa del presidente provinciale Roberto Savarino, dolore immenso per tutto il mondo della cooperazione”

Condividi

Il presidente della Confcooperative provinciale Cagliari Roberto Savarino è deceduto ieri sera dopo tre settimane di strenua lotta contro il Covid-19. A darne il triste annuncio è la stessa Confcooperative Provinciale Cagliari. Roberto Savarino, che aveva 61 anni era in carica dal 2016, ed era stato riconfermato presidente per i prossimi quattro anni, nello scorso febbraio. “Una vita al servizio della cooperazione, – si legge in una nota – proveniente dal mondo della pesca, era anche presidente di FedAgriPesca Sardegna, nel corso della sua presidenza aveva puntato sull’adeguamento delle cooperative alle sfide del nuovo millennio, portando avanti una serie di interventi come la nuova legge sulla cooperazione, provvedimenti a sostegno del comparto pesca, agricolo e della cooperazione in genere, dedicando grande attenzione ad ambiente territorio, welfare, turismo, cultura, nuovi mercati e dimostrando grande sensibilità al tema delle pari opportunità, rafforzando il ruolo della donna nella cooperazione. Uomo schivo e riservato, amava il dialogo e viveva la cooperazione a tutto tondo attraverso una visione al passo con i tempi che aveva in agenda, per il nuovo mandato, sostenibilità, tecnologia e competitività.”          

“Roberto mancherà a tutto il settore della cooperazione perché era stimato e apprezzato soprattutto per le sue doti umane – affermano i vice presidenti di Confcooperative Cagliari, Maria Grazia Patrizi, Fulgenzio Cocco, Fabio Onnis, anche presidente regionale e la direttrice Arianna Arca – la sua onestà, capacità di cooperare, di conciliare, di rendere l’ambiente di lavoro sereno e familiare, manterranno sempre vivo il ricordo di un cooperatore, di un amico, di un collega, di un presidente schietto e leale, dai modi pacati e gentili. I suoi insegnamenti e la lungimiranza avuta come presidente non andranno dispersi e rimarranno indelebili nella memoria di tutti”. 

Comment here