Politica regionale

CORONAVIRUS: ENNAS (LEGA) “RESTIAMO A CASA!”

Condividi

“Chiediamo a tutti di rispettare l’obbligo di restare a casa” è l’appello lanciato dal consigliere regionale della Lega, Michele Ennas. “Ci sono ancora troppe persone che con la scusa di avere una giustificazione lecita o prevista dai decreti in vigore escono di casa senza un motivo valido. È stato spiegato più volte: il contagio si ferma limitando la circolazione delle persone. Il mio appello va ai cittadini ma anche ai sindaci del territorio affinché ci sia un approccio unico e condiviso. Le passeggiate e l’attività sportiva all’aria aperta mancano a tutti ma bisogna entrare nell’ordine di idee che si esce solo se necessario e anche l’attività motoria andrebbe limitata ai casi di necessità per questioni di salute. Continua il consigliere regionale: Anche per le esigenze primarie come gli acquisti di generi alimentari bisogna sensibilizzare le persone affinché dedichino a queste attività il tempo strettamente indispensabile. Discorso analogo per chi ha animali, gli spostamenti dovrebbero essere limitati ai luoghi il più vicino possibile al proprio domicilio e per il tempo strettamente necessario. È sicuramente difficile e pesante per tutti ma è un sacrificio necessario in questo momento se non vogliamo rendere vani gli sforzi fatti finora, soprattutto da chi è in prima linea ad affrontare questa emergenza. Sui controlli le forze dell’ordine e i vigili urbani stanno svolgendo un lavoro immane. Gli agenti del Corpo Forestale sono impegnati senza sosta in particolare nelle zone costiere per vigilare sul rispetto delle norme di sicurezza, in modo particolare da parte di coloro che nelle settimane scorse sono giunti in Sardegna per occupare le seconde case. La Regione sta prevedendo misure straordinarie per sostegno al lavoro e all’impresa e sarà affianco ai cittadini in questa emergenza. Serve una presa di coscienza da parte di tutti. La regola principale, quella fondamentale che va ripetuta ossessivamente in questi giorni è una sola: restare a casa. Tutelando la nostra salute, proteggiamo anche quella degli altri”, conclude l’esponente della Lega.

Comment here