Primo Piano

IGLESIAS: QUATTRO ARRESTI PER ARMI E CACCIA DI FRODO

Condividi

Arrestate quattro persone tra Buggerru e Iglesias nelle prime ore di questa mattina con l’accusa di  ricettazione di armi clandestine, caccia di frodo e porto abusivo di armi. L’operazione, condotta dai miliardi della Compagnia di Carbonia ha visto il coinvolgimento dei Cacciatori di Sardegna e del Nucleo elicotteri di Elmas. Ai quattro sono stati notificati i provvedimenti restrittivi, due in carcere e due ai domiciliari, disposti dal Tribunale di Cagliari.

L’indagine dei Carabinieri di Carbonia è partita nel 2018 e attraverso intercettazioni telefoniche e pedinamenti è stato individuato il boss dell’organizzazione, Gianluca Ballocco, 50 anni di Iglesias, personaggio già noto agli inquirenti perchè tra la fine degli anni ’90 e i primi del 2000 era finito in manette, e poi anche condannato, per aver importato in Sardegna dalla Spagna e dal Marocco tonnellate di hascisc. Il comportamento altezzoso del Ballocco è stata la chiave di volta che ha fatto insospettire i Carabinieri. Si vantava con gli altri esaltando la sua figura dicendo di avere la disponibilità di armi e almeno in una occasione avrebbe anche portato a termine una estorsione. Nelle intercettazioni telefoniche – riporta l’Ansa –  i militari lo hanno ascoltato mentre diceva di “voler mantenere l’ordine a Iglesias” per tutelare le sua attività, ribadendo di avere grande disponibilità di armi tra le quali “anche una pistola calibro 9 simile a quella in uso ai carabinieri”. Sempre dalle indagini è emerso un episodio legato a una presunta estorsione. Vittima il titolare di un bar di Iglesias ritenuto responsabile di non aver regolato i conti con una ex dipendente di cui Ballocco si era invaghito. Grazie a pedinamenti e intercettazioni telefoniche, gli investigatori dell’Arma hanno scoperto i quattro mentre nascondevano e smerciavano armi. Pistole e fucili erano state occultate tra i monti di Fluminimaggiore e Iglesias. In una occasione, Ballocco è stato ripreso da telecamere nascoste appostato con il fucile per una battuta di caccia di frodo. A far compagnia il Ballocco in carcere sarà Massimo Giuseppe Medda, 54 anni, sempre di Iglesias. Ai domiciliari, invece, Davide Boi, 54 anni, e Riccardo Sabiu, di 36, entrambi di Buggerru. Tutti arrestati con le stesse accuse.

Comment here