Primo PianoTecnologiaWeb

IN CASA PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS: LA RETE ITALIANA È MESSA A DURA PROVA

Condividi

Scuole chiuse e smart working stanno mettendo a dura prova l’infrastruttura Internet del nostro Paese. Telecom Italia ha ravvisato un aumento del traffico sulla propria rete di oltre due terzi nelle ultime due settimane, in particolare si è verificato un picco molto importante verso i giochi online come Fortnite e Call of Duty.

“Abbiamo registrato un aumento del traffico Internet di oltre il 70% sulla nostra rete fissa, con un grande contributo da giochi online come Fortnite”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Telecom Italia Luigi Gubitosi agli analisti, preoccupato inoltre a far notare il problema dei tanti collegamenti simultanei, che potrebbero impattare anche sui download degli aggiornamenti dei giochi, spesso di molti gigabyte. Nei giorni scorsi ci sono stati dei problemi alla rete.

”TIM precisa che la rete mobile funziona perfettamente e con volumi superiori rispetto ai giorni scorsi”, ha dichiarato prontamente l’azienda. “I problemi, verificatisi nella mattinata, hanno interessato soltanto la fruizione di alcune applicazioni e il web a causa di un guasto sulla rete estera in via di ripristino”.

Luca Spada, CEO e presidente di Eolo, ha pubblicato su Facebook un grafico e il seguente messaggio: “+50% traffico Internet. È un mezzo miracolo che la rete in Italia stia reggendo ad un aumento così massiccio e repentino del traffico. Mentre gli operatori cercano di ampliare ove possibile le infrastrutture (non è facile fra carenza materiale e blocchi vari) vi invito a fare un utilizzo oculato della rete: evitate aggiornamenti di sistemi operativi, videogiochi, grossi download di giorno ma programmateli di notte dopo le 24:00″.

La regione Piemonte ha fatto sapere di aver ravvisato un incremento dell’uso di Internet del 50% negli ultimi giorni, con un +45% di ricerche su Google e un uso di Facebook in aumento del 42%. In generale l’uso di Internet tra i piemontesi è cresciuto del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In aumento anche l’uso di piattaforme come Netflix.

Nel frattempo, l’AIIP (Associazione Italiana Internet Provider) ha espresso “la propria preoccupazione” davanti a possibili future misure restrittive che potrebbero minare “le attività di erogazione e manutenzione dei servizi”. “L’operatività dei servizi di telecomunicazioni  è essenziale per permettere ai cittadini di usufruirne dalle proprie abitazioni, oltre che informarsi, far seguire le lezioni virtuali ai propri figli, usufruire dello smart-working e garantire la continuità operativa alle imprese. La garanzia di assicurare il servizio pubblico e la continuità del servizio è anche indispensabile per tutte quelle strutture pubbliche e private impegnate nella ricerca scientifica e nel supporto ai malati stessi”.

Valeria Rossi, direttore generale del Milano Internet Exchang, da cui passa il 20% del traffico nazionale, ha ravvisato un aumento del traffico del 25%: “ormai siamo costantemente sopra il terabit al secondo, è il nostro record storico”.

Fastweb ha affermato che “sono i video on demand e il gaming che possono generare qualche criticità, soprattutto nelle ore serali. C’è stato il rilascio di nuove versioni di un paio di giochi particolarmente popolari ed il download contemporaneo da parte di un enorme numero di utenti di queste release; ció ha provocato qualche rallentamento nella rete con il gaming online, che ha registrato nella composizione del traffico di rete un picco di +400%”. L’azienda ha ravvisato picchi di traffico in aumento nelle ore serali da 2,5 terabit al secondo a 3,5 terabit.

Vodafone ha invece registrato sulla rete mobile un incremento dati del 20%, +40% voce e +40% sulla rete fissa.

Tutti gli operatori escludono un possibile blackout delle connessioni informatiche a causa di questi picchi, ma nelle compagnie di telecomunicazioni in questi giorni il lavoro è molto intenso.

×
Omar Sansone Editor
Latest Posts

Comment here