Primo Piano

UTA: ASSOLTI GLI AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA DALL’ACCUSA DI CONCORSO IN EVASIONE

Condividi

Dopo oltre due anni sono stati assolti gli agenti di polizia Penitenziaria  accusati  di  concorso  in  evasione per  il servizio prestato presso la portineria del  PRAP  di  Cagliari,  ma effettivi  alla Casa Circondariale “EttoreScalas” di Uta. L’accusa era quella di aver favorito i detenuti sugli orari d’ingresso e di uscita dalla sede cagliaritana.

Una assoluzione – scrive la FP CGIL Regionalesulla quale non abbiamo mai  avuto dubbi ma  sorretta da un’indagine dovuta alle tante inefficienze cui l’amministrazione penitenziaria dovrebbe rispondere nei confronti del personale e di tutti i contribuenti. Agli agenti perché con le loro famiglie hanno patito le vicende naturali di un iter giuridico immeritato. Alla  cittadinanza perché  deve  accollarsi  il  costo  di un’indagine  senza senso  e conseguente alle tante deficienze dell’ignobile sistema arcaico e arbitrario dell’Amministrazione Penitenziaria, in particolar modo regionale, gestito da persone evidentemente non all’altezza, boriose e incuranti dell’immagine e della dignità del personale di polizia penitenziaria. Fortunatamente – conclude la nota – il Tribunale di Cagliari ha reso giustizia ai nostri colleghi. Tutto bene ciò che finisce bene! Ma chi Pagherà questo scempio?

Redazione Administrator
×
Redazione Administrator

Comment here