Sassari

VALLEDORIA: LA VICESINDACA SI DIMETTE DOPO ESSERE STATA OFFESA

Condividi

I Riformatori Sardi intervengono con un comunicato stampa a sostegno di Claudia Spezziga, vice sindaca di Valledoria, vittima di un attacco sessista e politico.

La vicenda risale a venerdì scorso quando la Polisportiva Valledoria Ampurias ha deciso, in segno di protesta,  di allenarsi sotto il municipio dopo essere stati sfrattati dal campo sportivo comunale, rei di non aver versato 700 euro nella casse comunali a titolo di cauzione per l’utilizzo della struttura. Nonostante avessero avuto l’autorizzazione dalla vice sindaca per proseguire gli allenamenti, venerdì sera un consigliere di maggioranza e un poliziotto municipale hanno provveduto a far sgomberare la squadra dal campo e a nulla sono servite le giustificazioni del responsabile che per tutta risposta il consigliere pare abbia risposto facendo capire, con termini irripetibili, che la Spezziga non contasse nulla. A seguito della vicenda la vice sindaca ha presentato le dimissioni dall’incarico amministrativo. 

“Inequivocabilmente inaccettabili, le espressioni che sarebbero state pronunciate all’indirizzo del Vice Sindaco di Valledoria Claudia Spezziga” così commentano Aldo Salaris e Vincenzo Corrias, rispettivamente responsabili regionale e provinciale del Partito dei Riformatori Sardi, aggiungendo ulteriori perplessità sulla posizione poco chiara del Sindaco rispetto alla vicenda creatasi.

Unica colpa dell’Amministratrice e dirigente del Partito sarebbe stata, a dire dei Riformatori, quella di aver agito in modo “istituzionale“ per il bene comunque di una comunità sportiva. Il comportamento della Vice Sindaca apparrebbe, perciò, dettato, dall’intento di mitigare gli effetti negativi derivanti da un rapporto definito “difficile“ tra la Polisportiva ed il Comune.

“Evidente – proseguono i Riformatori – che qualcuno non ha gradito questa apertura, ma l’eventuale discussione avrebbe dovuto evitare parole offensive, tese a delegittimare il ruolo di un amministratore pubblico rese ancor più gravi perché rivolte ad una giovane donna impegnata in politica. Per questo i Riformatori Sardi, stigmatizzando l’accaduto, chiedono al Sindaco un intervento chiarificatore a difesa del suo Vice, che riporti serenità nell’amministrazione di quel Centro.”

Comment here