AustraliaSportSport internazionale

AUSTRALIA: CAMPIONATO SOSPESO PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS

Condividi

“Oggi, dopo una riunione della Commissione AFL, l’AFL si è mossa per sospendere immediatamente la stagione Toyota Premiership AFL 2020 al termine delle partite di questo fine settimana.

Concluderemo anche la stagione delle donne a seguito della continua diffusione del virus COVID-19. La partita di Perth tra West Coast Eagles e Melbourne sarà la partita finale prima che la stagione AFL si interrompa temporaneamente. I giochi saranno sospesi fino al 31 maggio 2020”.

Queste le parole del CEO Gillan McLachlan.

McLachlan ha affermato inoltre di non aver mai pensato che si sarebbe arrivati a questa drastica situazione, ma “l’unico modo in cui il football può trovare una strada è continuare a essere agile, flessibile e, soprattutto, unito”.

“La decisione di vari governi nazionali nel chiudere i propri confini, vietare i viaggi ed altre misure ha significato che fosse giunto il momento in cui anche l’AFL interrompesse immediatamente le competizioni AFL e AFLW.

Tutti gli allenamenti dei club AFL saranno sospesi mentre lavoriamo con gli stessi club sul modo migliore per gestire i giocatori prima che le partite vengano riprese. Il tempo di ripresa del 31 maggio 2020 per la stagione sarà rivisto e – a seconda dei consigli medici e delle normative governative in vigore al momento – la data potrebbe essere prorogata.

Nelle prossime 48 ore l’AFL ed i club illustreranno in dettaglio i passi drastici e immediati necessari per ridurre i costi. L’industria AFL sta affrontando la sua più grande crisi finanziaria nella nostra storia.
Ma la nostra priorità principale era fare tutto il possibile per mantenere giocatori, staff e tifosi in buona salute e protetti da questa pandemia.

Il nostro settore offre mezzi di sussistenza a migliaia e migliaia di persone. Ma il nostro obiettivo principale al momento – come ogni organizzazione nel paese – è fare tutto ciò che deve essere fatto per aiutare a rallentare la diffusione di questo virus e mantenere le persone il più sane possibile.

Dire che questa è la minaccia più grave per il nostro gioco in 100 anni è un eufemismo. È senza precedenti nel suo impatto. Non ha precedenti per l’impatto che sta avendo sul nostro gioco e sulla comunità in generale. E come comunità e come codice, tutti abbiamo bisogno di intraprendere le azioni senza precedenti e necessarie per farcela insieme.

So che tutti coloro che sono coinvolti nel nostro gioco e i nostri milioni di sostenitori saranno influenzati da questa decisione e che molte persone subiranno notevoli difficoltà, così come le persone in tutta la comunità. Ma so anche che tutti abbiamo una responsabilità nei confronti della comunità e degli altri e abbiamo la volontà di lavorare collettivamente per superare questa crisi. Il governo ed i Chief Medical Officer ci hanno informato che era giusto iniziare la stagione. Ma quel consiglio includeva anche che la nostra stagione sarebbe stata messa in pausa ad un certo punto. È stata la decisione giusta per iniziare la stagione ed oggi chiaramente è la decisione giusta quella di fermarsi. Ecco perché abbiamo agito immediatamente per fare questo passo: per svolgere il nostro ruolo nella comunità e per proteggere il futuro a lungo termine del nostro gioco.

La nostra attenzione nei prossimi giorni sarà rivolta al lavorare con i club per incorporare i protocolli medici forniti, finalizzare il modello operativo per i club durante il periodo di sospensione temporanea e lavorare con i nostri partner di finanziamento, per garantire una linea di credito, per finanziare le carenze di liquidità in tutto il settore, offrendo al contempo le migliori possibilità possibili per un ritorno alle partite di calcio. Un dispositivo alternativo basato su una stagione di 144 partite rimanenti, oltre alle finali, verrà lavorato anche nelle prossime settimane. Voglio ringraziare i governi federale, statale e territoriale per il loro consiglio e supporto nelle ultime settimane. E voglio ringraziare l’intera comunità calcistica, compresi i partner televisivi e aziendali dell’AFL e dei club, i nostri membri e i nostri sostenitori – per il loro supporto e comprensione in quello che è stato un tempo senza precedenti nella storia del gioco. In particolare, voglio ringraziare il nostro staff, che è stato instancabile nel lavorare con tutti”.

×
Omar Sansone Editor
Latest Posts

Comment here