Primo Piano

CORONAVIRUS: I VESCOVI DELLA SARDEGNA SI ADEGUANO AL DECRETO. A SANT’ANTIOCO RINVIATE LE CELEBRAZIONI PER LA BASILICA

Condividi

Anche i vescovi della Sardegna si uniformano alle indicazioni dell’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e chiedono ai sacerdoti e ai fedeli di adottare in questo periodo alcune disposizioni. Resterà la celebrazione della Santa Messa sia nei giorni festivi che in quelli feriali, come anche i momenti di preghiera che caratterizzano il tempo quaresimale (Via Crucis, liturgie penitenziali, adorazioni eucaristiche), nel rispetto delle indicazioni precauzionali ribadite anche dalla Conferenza episcopale italiana. I fedeli riceverano la Comunione sulle mani e non sulla bocca mentre per lo scambio di pace si eviterà la stretta di mano, ma si adotterà un gesto di reciproca attenzione con i vicini di banco, mantenendo quindi l’invito liturgico. Sarà levata l’acqua benedetta dalle acquasantiere.

Il vescovo di Iglesias, Monsignor Giovanni Paolo Zedda,  ha rinviato le celebrazioni relative alla Dedicazione della Basilica di Sant’Antioco, prevista per il 18 marzo.

 

Comment here