Primo Piano

REDDITO DI CITTADINANZA: LA GDF TROVA 7 FURBETTI TRA CUI UN DETENUTO.

Condividi

Nuova operazione di servizio della Guardia di Finanza di Cagliari contro gli “abusivi” del reddito di cittadinanza. Al termine dell’azione i militari hanno trovato chi lavorava in un negozio senza alcun contratto, chi invece era detenuto, chi aveva un’attività commerciale e infine chi era regolarmente assunto. 

Il primo caso è riferito ad  un’attività commerciale dove è stato sorpreso un lavoratore in nero. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che il lavoratore era inserito in un nucleo familiare che percepiva il reddito di cittadinanza. Il caso è stato segnalato all’Inps e il beneficio è stato revocato: il lavoratore dovrà restituire 8.620 euro. Anche il datore di lavoro dovrà ridare 400 euro. Nonostante fosse proprietario del negozio ha dichiarato di non percepire alcun reddito chiedendo la ‘card’ di cittadinanza. L’uomo è stato anche segnalato all’autorità giudiziaria.

Trovato anche un detenuto che illecitamente percepiva il beneficio ed ora dovrà restituire il maltolto, 10.475 . L’uomo, in carcere da dicembre dello scorso anno, continuava a percepire il reddito di cittadinanza senza averne diritto. Infine denuncia e segnalazione all’Inps per la revoca del reddito di cittadinanza e restituzione di quanto indebitamente percepito anche per altre 4 persone: tutti erano regolarmente assunti ma nelle dichiarazioni per ottenere il reddito di cittadinanza hanno affermato di essere disoccupati. Dovranno restituire complessivamente 14.503 euro

Comment here